Al momento stai visualizzando I sintomi della tosse da ansia

I sintomi della tosse da ansia

Rating post

I sintomi della tosse da ansia possono manifestarsi raramente, frequentemente o persistere a tempo indeterminato. Ad esempio, è possibile percepire il solletico e/o lo stimolo a tossire occasionalmente, sentirli a intervalli più o meno regolari oppure avvertirli continuamente.

I sintomi della tosse da ansia possono precedere, accompagnare o seguire un’escalation di altri sintomi ansiosi, oppure manifestarsi singolarmente. Possono anche presentarsi in modo improvviso e senza un apparente motivo, o essere preceduti da un episodio di nervosismo, ansia, paura o stress elevato.

L’intensità dei sintomi della tosse da ansia può variare da lieve a moderata o grave, e può manifestarsi a ondate, con un’alternanza di momenti in cui la tosse è persistente e altri in cui si attenua.

È inoltre possibile che i sintomi della tosse ansiosa cambino di giorno in giorno e/o di momento in momento. Tali variazioni e combinazioni sono comuni.

Per molti soggetti, la tosse ansiosa tende a diminuire o attenuarsi durante il riposo, la notte o il sonno, mentre per altri può aumentare a fine giornata, durante la notte o quando ci si riposa, ci si rilassa o si dorme.

Poiché l’esperienza dell’ansia è unica per ogni individuo, anche la tosse ansiosa può presentarsi in modo unico e personale.

i sintomi della tosse da ansia

Chiaramente i sintomi della tosse da ansia non sono causati da un’infezione respiratoria o da altri problemi di salute e vanno quindi differenziata da altre forme patologiche. Questi sono il risultato di una risposta del corpo allo stress: la tosse può peggiorare durante situazioni stressanti o ansiogene e migliorare durante momenti di calma e relax.

Le cause della tosse da ansia

Esistono diversi motivi per i quali l’ansia può causare una tosse persistente. A titolo esemplificativo:

Sistema immunitario indebolito

I sintomi della tosse da ansia possono essere dovuti ad una sottostante causa patogena che l’organismo fatica a combattere a causa dell’ansia.

L’ansia stimola la produzione di risposte allo stress nell’organismo e nel farlo sopprime le funzioni non essenziali, affinché le funzioni fondamentali e tutta l’energia possano essere reindirizzate verso i sistemi, gli organi e le ghiandole necessari per l’azione in caso di pericolo. Questo sistema funziona efficacemente quando le risposte allo stress sono rare. Tuttavia, se si verificano troppo spesso, possono insorgere problemi.

Il sistema immunitario dell’organismo, per esempio, è responsabile della lotta contro i virus e le infezioni batteriche. Tuttavia, poiché il sistema immunitario non è parte del sistema di risposta alle emergenze, viene limitato in caso di risposta allo stress.

Nei soggetti ansiosi il sistema immunitario viene limitato o soppresso per lunghi periodi e l’organismo perde, così, ala capacità di difendersi dagli agenti patogeni.

Virus e batteri possono causare la tosse, l’ansia può far sì che la tosse persista più a lungo di quanto sarebbe normale.

Nervo vago

I sintomi della tosse da ansia possono dipendere dall’effetto che hanno stress e ansia sul nervo vago.

Il nervo vago si estende dal tronco encefalico fino ai visceri, ovvero agli organi interni del corpo, in particolare quelli del torace, come il cuore o i polmoni, e dell’addome, come il fegato, il pancreas o l’intestino. Questo nervo fornisce fibre nervose alla faringe, alla laringe, alla trachea, ai polmoni, al cuore, all’esofago, al tratto intestinale e fino alla parte trasversale del colon. Inoltre, il nervo vago riporta al cervello le informazioni sensoriali provenienti dall’orecchio, dalla lingua, dalla faringe e dalla laringe.

Poiché il nervo vago fa parte del sistema nervoso, può essere influenzato negativamente dalla risposta allo stress.

Una conseguenza comune della sovrastimolazione del nervo vago è la tosse secca persistente conosciuta anche come tosse da ansia. In assenza di terapia dell’ansia può aumentare anche la persistenza della tosse ansiosa.

Respirazione accelerata

Quando si è sottoposti a stress ed ansia, molte persone tendono ad aumentare la frequenza respiratoria riducendone, al contempo, la profondità. Questo tipo di respirazione può causare secchezza e irritazione della gola e dar luogo ai sintomi della tosse da ansia.

Infatti la gola, una volta diventata secca e irritata, può provocare una sensazione di solletico continuo che può sfociare in una tosse secca e cronica. Non solo: questa tosse persistente può aggravare ulteriormente l’irritazione della gola, generando un circolo vizioso di secchezza, irritazione e tosse.

I sintomi della tosse da ansia

I sintomi della tosse da ansia possono includere:

  • secchezza di gola;
  • afonia (perdita della voce);
  • affanno come conseguenza di crisi di tosse;
  • sensazione di pizzicore o solletico alla gola che induce a tossire;
  • sensazione di oppressione al petto come conseguenza della tosse.

Al contrario, manifestazioni come mancanza di respiro, difficoltà respiratorie, vertigini e palpitazioni sono tipiche dei sintomi respiratori da ansia.

I sintomi possono essere particolarmente fastidiosi rendendo complessa la gestione anche della routine di ogni giorno. I sintomi della tosse da ansia possono interferire con il sonno e il lavoro, rendendo arduo riuscire a concentrarsi o a riposare. Semplici attività quotidiane possono diventare impegnative e diventare a loro volta fonte di stress ulteriore.

Con la tosse da ansia i sintomi possono peggiorare durante situazioni stressanti o ansiose e dare sollievo quando si riescono a vivere momenti rilassanti o di calma.

Come trattare i sintomi della tosse da ansia

In virtù delle ragioni sopra elencate, la riduzione dello stress e l’affronto dei problemi di ansia costituiscono i modi più efficaci per eliminare i sintomi della tosse da ansia.

Alcune soluzioni, a breve termine, che possono essere considerate per la terapia dei sintomi della tosse da ansia includono:

  • respirare in modo più rilassato e regolare al fine di prevenire la gola secca e la tosse correlata;
  • sedativi per tosse secca, da usarsi solo per brevi periodi;
  • tenersi impegnati per contenere i pensieri ansiosi e, così, ridurre le risposte allo stress e la reazione complessiva del corpo all’ansia.

La cosa più importante consiste nell’affrontare i fattori sottostanti associati all’ansia. Lavorare con un terapeuta specializzato in disturbi d’ansia costituisce il modo più efficace per identificare e affrontare questi fattori.

Una volta eliminata la causa, si elimina anche lo stress da esso provocato e i sintomi della tosse da ansia.

È altresì importante tenere presente che l’organismo potrebbe impiegare molto tempo per riprendersi dall’iperstimolazione della risposta allo stress.

Sebbene la tosse ansiosa possa risultare fastidiosa, essa non è un’indicazione di qualcosa di più grave. Pertanto, non deve costituire motivo di preoccupazione.

Le principali strategie per trattare stress e ansia comprendono:

  • meditazione;
  • terapia cognitivo-comportamentale: aiuta a identificare e modificare i pensieri e le abitudini negative che possono contribuire alla tosse nervosa. La terapia può essere effettuata individualmente o in gruppo e può aiutare a sviluppare abilità di coping (strategie mentali e comportamentali) efficaci per gestire lo stress;
  • fare attività fisica regolarmente.

In alcuni casi, si può prendere in considerazione anche la terapia farmacologica a base di ansiolitici, prescritti da uno specialista, per aiutare a ridurre i sintomi della tosse da ansia.

È importante lavorare con il proprio medico per determinare la migliore strategia di trattamento della tosse da ansia.

Autore

Dott.ssa Vittoria Martelli
Laurea in Biotecnologie Mediche